• Francesca

Il coniglio di Maurizio

Aggiornato il: mar 24

Voi penserete: che fortunati a Villa Elisa, i propietari hanno sempre lo chef a disposizione.... Ed in effetti e' cosi :) perche noi abbiamo sempre un piatto pronto che ci aspetta, sia quando l' albergo e' aperto che in bassa stagione quando l' hotel e' chiuso.

Questo perche' nei periodi di apertura possiamo scegliere cosa mangiare dal menu' dei clienti e quindi cucina per noi lo chef Piero, mentre nei periodi di chiusura ( e aime' sono stati molti i giorni in cui l' albergo e' rimasto chiuso a causa del covid ) ci pensa Mauri !

Maurizio, mio papa', prepara per tutta la famiglia e questo e' il motivo per cui ho ripreso i 10 kg che avevo perso prima del Covid ! Dalla primavera dello scorso anno, quando i giorni di chiusura sono pian piano aumentati, io ho cominciato a pranzare a casa dei miei tutti i giorni....e non vi sto a spiegare altro....

Lui e' bravo a fare svariate ricette, quindi puo' capitare di pranzare con piatti tipici liguri oppure ricette piemontesi da leccarsi i baffi.

Oggi , vi voglio presentare , una delle tante ricette per fare il coniglio secondo Maurizio:



Si comincia con l' infarinare leggermente il coniglio tagliato a tocchetti. Lui consiglia di acquistare un coniglio del nostro entroterra, allevato in aziende della Val Nervia e gia' che si passa da Dolceacqua, di aggiungere alla spesa una bella bottiglia di Rossese da berci su. E' necessario preparare un bel soffritto con parecchia cipolla e una costa di sedano e lasciarlo consumare per bene. A parte, in un'altra padella, rosolare, in modo che prendano bene colore, i pezzi di coniglio in olio e aglio e sfumare con vino rosso o bianco. Unire il soffritto al coniglio e preparare un trito di erbe aromatiche: rosmarino, salvia, alloro, timo e aggiungerlo insieme alle frattaglie tagliate finemente in precedenza. Le spezie e le frattaglie insieme al vino formano il sugo, che, se si dovesse restringere troppo, puo' essere allungato con altro vino o brodo vegetale.

Prima della fine della cottura aggiungere olive taggiasche e pinoli e spolverare con prezzemolo fresco. Tempo di cottura, circa 1 ora. Noi lo abbiniamo con pure' di patate.




Vi invito a provare questa ricetta ed a farmi sapere se vi e' piaciuta, se avete incontrato difficolta', ma soprattutto se avete suggerimenti diversi da dargli ...perche' anche a quasi 78 anni si puo' sempre imparare qualcosa di nuovo!

Buon appetito e W Bordighera!

18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti